HomePage

 

“BILANCIO CARIGE 2012 - RAFFORZAMENTO PATRIMONIALE – NESSUNA CEDOLA AGLI AZIONISTI – TAGLIO DEI BONUS AL TOP MANAGEMENT

Il Consiglio di Amministrazione della Banca Carige S.p.A., nella seduta del 19 marzo u.s., ha approvato il Progetto di bilancio 2012 e varato un robusto piano di rafforzamento patrimoniale per un importo massimo complessivo di 800 milioni di euro che prevede, “primariamente” la cessione di attivi, quali le Compagnie di Assicurazione ed altri eventuali asset nonché, per la parte residua, un aumento di capitale sociale da offrire in opzione agli azionisti.

Il bilancio individuale di Banca Carige S.p.A. chiude in utile per 185,7 milioni di euro (+17%); il bilancio del perimetro bancario del Gruppo, escluso il comparto assicurativo, chiude in utile netto per 87,8 milioni di euro; il bilancio consolidato del Gruppo Banca Carige (comprendente il comparto assicurativo) chiude in perdita per 63,2 milioni di euro.

In relazione alle recenti indicazioni della Banca d’Italia, Banca Carige non distribuirà alcun dividendo per l’esercizio 2012 e coerentemente “saranno anche tagliati i bonus del Top Management”.

Il Direttore Generale, Dott. Ennio La Monica, commentando i risultati per l’intero Gruppo, come riportato dal quotidiano “La Stampa” del 20 marzo 2013, ha dichiarato che “l’esercizio 2012 è stato difficile con l’economia in recessione. Ma il Gruppo è in buona salute, i fondamentali sono buoni; la liquidità continua ad essere molto buona, oltre i 5 miliardi”.

Di seguito si riporta il comunicato stampa emesso dalla Banca Carige in cui, con ampiezza di argomentazioni, vengono illustrati i risultati dell’esercizio 2012 e il piano di rafforzamento patrimoniale del Gruppo.”

Clicca qui per il comunicato stampa

 

HomePage